Chi ama cimentarsi in cucina sa molto bene quanto i coltelli siano strumenti indispensabili per la preparazione degli alimenti, infatti l’uso della lama giusta per ogni tipologia di alimento facilita l’esecuzione delle ricette e ne migliora il risultato finale.

Nella scelta del prodotto è preferibile orientarsi verso articoli di qualità, realizzati in materiale di pregio che li rendono praticamente eterni, sono un po’ più costosi ma più affidabili e resistenti.

Esistono coltelli specifici per vari usi e diversi sono i materiali con i quali sono realizzati, occorre quindi chiarire alcuni aspetti fondamentali.

Per prima cosa è utile sapere che il coltello è composto dalla lama e dal manico e che la scelta migliore privilegia quelli che sono costituiti da un pezzo unico, più compatto e quindi più robusto.

I manici realizzati in plastica sono più resistenti, igienici e non soggetti ad usura al contrario di quelli con il manico in legno, che possono subire delle scheggiature o creparsi.

Va sempre ricordato che una buona manutenzione prevede il lavaggio a mano dei coltelli ed un’accurata asciugatura.

I materiali con cui sono realizzate le lame sono diversi, acciaio inox, acciaio e carbonio, ceramica ecc. tutti con caratteristiche specifiche da tener ben presente al momento dell’acquisto. Varie sono anche le tipologie di coltelli con caratteristiche specifiche studiate in base all’uso a cui sono destinati: tagliare, sminuzzare, indicati per la preparazione di carne, pesce, verdure, ecc…

Se poi ci sono dubbi nella scelta sono d’ aiuto i set di coltelli da cucina in cui sono presenti gli elementi di base utili per un normale utilizzo quotidiano.

Coltelli con lama in acciaio

Sono i più usati e i più presenti nelle nostre cucine, e se si decide di acquistare questa tipologia di coltelli si deve ricordare che è fondamentale non trascurare la qualità dell’acciaio affinchè la lama sia efficace nell’eseguire un taglio ottimale. Solo da materie prime eccellenti si ottiene un acciaio abbastanza duro che consenta alla lama di mantenere più a lungo l’affilatura e contemporaneamente sia flessibile per potersi piegare senza spezzarsi. Altro requisito indispensabile è che si tratti di acciaio inox e quindi con una buona resistenza all’ossidazione.

I coltelli in acciaio sono robusti e adatti a tutti i tipi di taglio, ma occorre ricordare che la lama va affilata periodicamente affinchè conservi un taglio perfetto.

E’ anche importante sapere che è preferibile evitare il lavaggio in lavastoviglie ed è consigliato asciugarli prima di riporli per evitare macchie o segni di corrosione.

All’interno di questa tipologia di coltelli da cucina vanno segnalati i coltelli giapponesi, famosi per l’altissima qualità del materiale, un acciaio durissimo con alta presenza di carbonio che rende la lama particolarmente affilata così da ottenere un taglio perfetto ed inalterato per lungo tempo. Tradizionalmete queste lame sono affilate solo da un lato ed occorre pertanto accertarsi, al momento dell’acquisto, se il modello sia adatto a mancini o destrorsi. Sono coltelli particolrmente costosi, ma considerando le numerose qualità può essere ugualmente vantaggioso l’acquisto di un articolo che durerà per molti anni, se non per sempre.

Coltelli con lama in ceramica

Si sono diffusi negli ultimi anni, al punto da essere ritenuti da un numero crescente di persone come insostituibili in cucina grazie alle loro caratteristiche.

Una prima gradita qualità è che i coltelli con lama in ceramica sono leggeri e maneggevoli, altro elemento non trascurabile è che la lama mantiene l’affilatura per anni.

Altro pregio è che la ceramica non arruginisce, ma è consigliato come per i coltelli in acciaio, il lavaggio a mano e un’ accurata asciugatura prima di riporli.

Per quanto riguarda le funzioni sono particolarmente adatti per tagliare frutta e verdura in quanto il sapore ed il colore restano inalterati, mentre per tagliare carne o alimenti particolarmente duri sono da preferire i coltelli con lama di acciaio. Infatti il punto debole delle lame in ceramica è proprio la fragilità che non consente di utilizzarli per tagli in cui è necessario esercitare molta forza e in seguito a cadute possono rompersi con facilità.

Da tener presente anche il prezzo, solitamente più consistente rispetto a quello dei coltelli in acciaio

Manutenzione

Abbiamo già sottolineato l’importanza del lavaggio a mano e di una accurata asciugatura. Per mantenere a lungo nel tempo l’affilatura delle lame e l’integrità del manico dei coltelli, è importante però anche la superficie su cui si taglia. La superficie su cui tagliare non deve essere troppo dura perchè potrebbe compromettere il filo della lama, e a questo proposito le scelte migliori sono i taglieri in plastica o in legno di bamboo.

Tipi di coltelli di uso comune

Coltello da pane

Siamo in Italia e dunque non può mancare in cucina un buon coltello da pane dotato della caratteristica lama ondulata- seghettata che permette di tagliare in modo perfetto sia il pane soffice che il pane croccante all’esterno e con mollica morbida all’interno, ma utile anche per torte dolci o salate.

Coltello trinciante o da cuoco

E’ un coltello multi uso, progettato per tagliare, tritare, affettare, e tagliare a cubetti frutta, ortaggi, carne, pesce e molti altri ingredienti e per questo è uno dei più usati essendo in grado di assicurare ottimi risultati senza dover disporre di modelli specifici per i diversi alimenti.

Coltello Santoku

Simile al coltello da cuoco per la forma e l’uso è il Santoku, uno strumento giapponese che spesso presenta una lama alveolata che impedisce ai residui di cibo di restare attaccata alla lama quando si affettano o si tagliano gli alimenti. Adatto per molti usi, consente di tagliare con precisione diversi tipi di alimenti.

Spelucchino

Usato principalmente per pelare e tagliare rapidamente e con accuratezza frutta e verdura è indispensabile in cucina per la realizzazione di macedonie ed insalate. Lo spelucchino ha una particolare lama corta, dritta o curva ed, in questo caso, è perfetto per realizzazioni di intagli ed incisioni di frutta e ortaggi.

Coltello per sfilettare

si tratta di un coltello speciale con lama flessibile adatto per una filettatura sottilissima di carne e pesce

Coltello per disossare

Ha una lama flessibile e molto affilatala con una particolare curvatura che assicura la precisa separazione dell’osso dalla carne e consente di effettuare tagli netti e precisi .

Set di coltelli

L’acquisto di un set di coltelli permette di avere a disposizione una selezione di base di strumenti da taglio, quelli che maggiomente si usano in cucina, ma per i più esigenti esistono anche versioni più complete con in dotazione anche l’acciarino per affilare le lame e tipologie di coltelli di uso meno comune ma utili per usi più professionali.

Affilacoltelli

Anche i coltelli che mantengono a lungo la capacità di un taglio perfetto hanno prima o poi necessità di essere affilati ed è quindi utile avere a disposizione in cucina un affilacoltelli per mantenere le lame sempre efficienti.

A questo scopo ci sono strumenti manuali che per affilare utilizzano pietre in speciale ceramica, o acciaini in acciaio utili soprattutto per finalità consevative e cioè per mantenere l’affilatura più a lungo.

Più costosi ma più comodi ed efficaci sono gli affilacoltelli elettrici con i quali è possibile affilare con rapidità e precisione anche le lame seghettate o ondulate.